Didactica.zero è supportata da

© 2019 by Didactica.zero. Registrazione Tribunale di Cosenza Reg. N. 1158/2019

Scuola e Università. Il legame possibile e necessario

April 18, 2017

di Giuseppe Spadafora

Abstract:La scuola ha bisogno dell’università per confrontarsi sulle problematiche scientifiche di carattere pedagogico-didattico-valutativo, ma soprattutto di carattere disciplinare e l’università ha bisogno della scuola per comprendere la dimensione il tirocinio degli insegnanti, per migliorare la didattica e fondare una nuova scuola democratica.

 

Abstract: School needs university to discuss about the educational, didactic and evaluative  issues, in particular about the disciplines. University needs school to better understand  teachers training, to improve didactic and to establish a new democratic school.

 

Parole chiave: scuola, università, didattica, Educazione, Tirocinio

Keywords: School, University, Didactics, Education,  Training.

Dalla singola Scuola alle reti di Scuole: quale governance?

April 18, 2017

di Gemma Faraco

Abstract: A seguito delle disposizioni normative che hanno conferito autonomia alle singole istituzioni scolastiche (L. 59/1997 – DPR 275/1999) e della recente L. 107/2015 di riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione, le politiche scolastiche si trovano ad affrontare problemi di coordinamento tra attori diversi e a costituire, in alcuni casi consolidare, strumenti territoriali di governance. Con l’obiettivo di valorizzare l’autonomia scolastica, promuovere una maggiore collaborazione tra istituzioni scolastiche, superare la logica dell’autorefenzialità e della competitività, la nuova legge di riforma valorizza lo strumento delle reti di ambito e di scopo quale forma di cooperazione orientata al miglioramento e alla crescita.

Il presente lavoro vuole introdurre ed analizzare il modello di governance che sottintende alla nuova organizzazione sistemica dei territori che vede il superamento della suddivisione provinciale e suddivide il territorio regionale in ambiti “inferiori alla provincia e alla città metropolitana”.

 

Abstract: According to laws which have given autonomy to the single educational institutions (Law 59/1997 - DPR 275/1999) and the recent L. 107/2015 of reform of the National Education  and Vocational System, school policies have to face coordination problems among the different participants and have to establish,  in some cases consolidate, local tools of governance. The new law of reform enhances the instruments of territory and aim networks as forms of cooperation, aimed to the improvement and growth, with the aim of enhancing school autonomy, promoting a great collaboration among schools, overcoming the logic of self-referentiality and competitiveness.

This paper aims to introduce and analyze the model of governance underlying the new system corganization of territories;  it foreshadows the overcoming of provincial division and divides regional territory in areas which are "smaller than the province and the metropolitan city".

 

Keywords: governance, networks, reform law, school policies, territorial tools.

Le Reti di Scuole E le dotazioni organiche del personale docente

April 18, 2017

di Maria Brunetti

Abstract: Il tema che svilupperemo di seguito sarà mirato all’analisi di come le reti di scuole possano risultare potenzialmente decisive al momento della ripartizione dell’organico triennale dell’autonomia e per le operazioni di mobilità ufficiale e non ufficiale del personale docente.

 

Parole chiave: personale docente, mobilità, reti di scuole, Legge 107/2015.

 

Abstract: The themes developed below will focus  the analysis of how school networks may be decisive in determining the triennialautonomy teachers staff and for official and unofficial staff mobility procedures.

 

Keywords: teachers staff; mobility; school; networks; Law 107/2015.

Le reti per la realizzazione del Content and Language Integraded Learning- CLIL

April 16, 2017

di Miriam Curti

Abstract: Il Content and Language Integrated Learning è una delle innovazioni più significative tra quelle accolte dal nuovo sistema scolastico italiano, ma anche tra le più complesse per ciò che riguarda la sua  efficace realizzazione. L’assegnazione dell’insegnamento della DNL - Disciplina non Linguistica -  ad un docente che non sia di L2 si è rivelata una prescrizione di non facile attuazione poiché, se da un lato essa tende a garantire la qualità dei Content, dall’altro richiede un profilo altamente qualificato, caratterizzato da elevata competenza comunicativa in una lingua straniera comunitaria. La proposta operativa di una Rete per l’attuazione del CLIL prospetta possibili soluzioni che, attraverso la condivisione di risorse umane, garantiscano in più contesti scolastici la qualità dell’offerta formativa CLIL e la traduzione delle potenzialità che questa innovazione porta con sé in prassi didattiche efficaci.

 

Abstract: Content and Language Integrated Learning is one of the most meaningful innovations in the new Italian School System, but also one of the most complex and difficult as for the concrete and effective realization. Assigning the so called Non-Linguistic-Subject to a teacher who’s  not the one of L2, has become a rule,  not easy to implement, which on one side allows to guarantee the quality of Contents, on the other side it also asks for a high qualification endowed with communicative competence in a EU language. The concrete proposal of CLIL network of schools foreshadows possible solutions which, through the sharing of human resources, allow to guarantee the quality of CLIL curriculum to partner schools and the fulfilment of the potentialities of this innovation into effective teaching practices

 

Key-words: network, content, L2, integrated competences, resource

Per una cultura del «farsi carico»: una rete inclusiva al servizio degli alunni ospedalizzati e in istruzione domiciliare

April 15, 2017

di Marina Del Sordo

Abstract: La scuola diviene laboratorio di convivenza civile e democratica se è in grado di originare pensieri di giustizia, di rettitudine, e unitamente di sviluppare competenze finalizzate alla formazione integrale della persona del discente. Concetti chiave come «rete» e «servizio» consentono di comprendere il compimento del fondamento del «Diritto allo Studio» di tutti e di ciascuno, anche degli alunni in ospedale o in istruzione domiciliare, garantendo contestualmente l’imprescindibile «Diritto alla Salute». Metodologie innovative, sperimentazione di strategie didattico-educative, servizio in network: tutto ciò per garantire il successo formativo di tutti gli studenti nonostante contesti condizionanti dovuti allo stato di salute.

 

Abstract: School becomes a laboratory of civic and democratic life if it is able to originate thoughts of justice, righteousness, and develop skills aimed at an integral Education of the Learner. Key concepts such as «Network» and «Service» can help us understand the fulfillment of the foundation of the «Right to Education» for each and everyone, even for the pupils/students who are temporarily in the hospital or in home schooling, simultaneously guaranteeing the essential «Right to Health». Innovative methods, testing/approach of teaching-educational strategies, network service: all this to ensure the educational success of all students despite conditioning contexts/settings due to personal health status.

Ricostruzioni di carriera: cosa cambia?

April 13, 2017

di Giorgio Chambeyront

Abstract: l’articolo affronta il tema, abbastanza complesso, delle ricostruzioni di carriera del personale della scuola. Dopo un breve accenno sull’evoluzione dell’istituto, è passata in rassegna la normativa di riferimento, distinguendo i diversi regimi per ciascuna delle categorie del personale scolastico. Sono infine illustrate le novità da ultimo introdotte con la legge 107/2015.

 

Tags: ricostruzioni di carriera; personale della scuola; reti; Legge 370/70, retribuzione.

 

Abstract: the article deals with the quite complex topic of school staff’s career reconstruction. After a brief mention about the evolution of this accounting practice, the relevant legislation is analyzed with the distinguishing of the different schemes for each of the categories of school staff. The new information, about latest changes introduced by the Law 107/2015, are examined too.

Tags: career reconstruction, school staff, networks, law 370/70, remuneration.

 

di Giorgio Chambeyront[*]

 

 

 

[*]In conformità a quanto previsto dal codice etico del M.E.F., l’autore precisa che le opinioni espresse in questo contributo hanno carattere personale e non impegnano in alcun modo la responsabilità del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

I N.A.I. e la normativa di riferimento Un’integrazione possibile attraverso strategie di rete

April 13, 2017

di Maria Francesca Amendola

Abstract: Come si può garantire una vera integrazione, se in uno sforzo sinergico tra i vari attori istituzionali non si punta primariamente sull’istruzione? E come offrire un’istruzione adeguata alle esigenze dei ragazzi stranieri senza prevedere una differenziazione di metodi e strategie per garantire il successo formativo?

Gli studenti Neo Arrivati in Italia vengono oggi attenzionati dalla normativa di settore come possibili ricettori di bisogni educativi speciali. È più corretto, però, affermare che tutti gli alunni, in determinati momenti della loro vita, possono necessitare di particolari bisogni, così come gli alunni stranieri possono presentare alcune tipologie di svantaggio per periodi più o meno lunghi, in specia lmodo culturale o linguistico.

 

Abstract: How can you ensure a real integration, if in a synergistic effort between the various institutional actors you don't mainly focus on education? And how to provide a proper education for needs of foreign children without a differentiation of methods and strategies to ensure the educational success?

New Arrival Students in Italy are defined as possible receptors of Special Educational Needs. But it is better to say that all pupils, during their lives, may require Special Needs, as well as foreign students may have some types of downsides for shorter or longer periods, as cultural or linguistic ones.

 

Tags: studenti, alunni stranieri, Neo Arrivati, Bisogni Educativi Speciali.

Tags: students, foreign pupils, New Arrivals, Special Education Needs.

Reti di scuole: conflitti e relazioni

April 11, 2017

di Teresa Grillo

Abstract: L’implementazione delle reti nelle istituzioni scolastiche porta a sviluppare competenze concettuali innovative per ampliare nella scuola ambienti di apprendimento collaborativi promuovendo, contemporaneamente, una cultura organizzativa che trasformi le criticità delle organizzazioni scolastiche in una forza collettiva, verso obiettivi condivisi, in un clima di comunicazione, vicinanza e supporto reciproco. Gestire le dinamiche relazionali e risolvere situazioni conflittuali rappresenta un punto fondamentale per un’offerta formativa di qualità.

 

Abstract: Implementing networks in schools leads to develop innovative conceptual skills to expand school in promoting collaborative learning environments and at time an organizational culture that transforms the critical issues of school organizations into a collective force, towards shared goals, in a climate of communication, closeness and mutual support. Managing interpersonal relationships and solving conflicts is a key point for quality education.

 

Tags: organizzazione, reti, relazioni, cooperazione, ambito

Tags: organization, networks, relationships, cooperation, territory

Oltre La Rete: Il Contributo Delle Scuole Alla Ricerca Scientifica

April 10, 2017

di Domenico Liguori

Tags: Dall’analisi dei punti deboli individuati dall’indagine OCSE-PISA ancora presenti nel sistema di apprendimento della scuola italiana, questo articolo propone una riflessione sull’importanza dell’insegnamento delle materie scientifiche attraverso metodi e strumenti alternativi come lo sfruttamento razionale dei progetti realizzabili con le reti di scuole e quelle tra scuole e mondo della ricerca. Tra le tante possibilità formative promosse dalle scuole, c’è sicuramente il progetto «Extreme Energy Events (EEE): La Scienza nelle Scuole» ideato e diretto dal Prof. Antonino Zichichi.

 

Tags: From the weaknesses identified by the OECD-PISA still present in the learning system of Italian school, this article proposes a reflection on the importance of science subjects through alternative methods and tools such as the rational exploitation of t projects realized through school networks and the ones between schools and the world of research. Among education opportunities encouraged by schools, there is the project: «Extreme Energy Events (EEE): Science in the Schools», created by Antonino Zichichi.

 

Tags: EEE project, cosmic rays, science subject, school lab, school networks, research.

I CPIA: Reti di reti

April 09, 2017

di Rosita Paradiso

Abstract: I CPIA sono istituzioni scolastiche, reti territoriali di servizio, nate per ridurre il deficit formativo della popolazione adulta in Italia, oltre che per soddisfare le nuove esigenze di sapere, di competenze e di abilità poste dalla società della conoscenza. Una nuova sfida, questa, per innalzare i livelli di istruzione della popolazione adulta (e non solo) attraverso nuovi assetti didattico-organizzativi per rispondere ad una sempre più diversificata domanda di istruzione e formazione proveniente da parte di soggetti “deboli”, alunni stranieri, NEET e alunni ristretti presenti nelle scuole carcerarie per i quali il percorso rieducativo è fondamentale per il loro rientro nella società.

 

Abstract:Adult Education Centers: networks of networks

CPIA are schools and territorial service networks which were born to reduce educational gap of adult population in Italy and satisfy new needs of knowledge, competences and skills, requested by knowledge society as well. A new challenge, to raise literacy and education levels of (not necessarily) adult population, through new teaching and organizational arrangements aimed to give suitable answers to more and more different and various needs of literacy and education coming from «weak» subjects, foreign students, NEETs and students in jail schools for whom the path of reeducation is fundamental for their reintegration into society.

 

Tags: Adult skills , Inclusion, Learning Society, LifeWide, Service network

Reti di scuole e sussidiarietà orizzontale per una governance territoriale

April 08, 2017

di  Giuliana Pugliano

Abstract: L'articolo intende illustrare come siano maturi i tempi  sul piano socio-culturale e normativo,  per la realizzazione di una governance territoriale basata sull'organizzazione di reti scolastiche, istituzionali e miste. Questo obiettivo viene supportato da normative regionali, nazionali e comunitarie che favoriscono ed incentivano la sussidiarietà orizzontale e la cittadinanza attiva. L'esercizio di una democrazia partecipata diventa così il motore dello sviluppo locale di cui le istituzioni scolastiche rappresentano i soggetti autonomi privilegiati allo scopo, in quanto si posizionano strategicamente, in termini di servizio e di offerta, sul territorio per generare conoscenza e valore.  L'azione a logica reticolare, data dalla formazione di reti diversificate che interagiscono in modo flessibile  e veloce, la costruzione dal basso attraverso la partecipazione di tutti gli attori coinvolti nella realtà locale, la creazione di una comunità che condivide pratiche e saperi , diventano strategie chiave per potenziare sinergie positive di innovazione scolastica  e sviluppo territoriale.

 

Abstract: The aim of the article is to illustrate that the time is ripe on the sociocultural and normative level, for the creation of a territorial governance based on the organization of institutional and mixed school networks. This goal is supported by regional, national and Community regulations that promote and encourage the horizontal subsidiarity and the active citizenship. The exercise of a participated democracy becomes the engine of the local development of which the educational institutions represent the privileged autonomous subjects to the aim because they are positioned strategically, in terms of service and supply, on the area to generate knowledge and value. The action at reticular logic, given by the formation of diversified networks that interact in a flexible and fast way, the building from the bottom  through the participation of all the actors involved in the local reality, the creation of a community that shares practices and knowledge,become key strategies to strengthen positive synergies of school innovation and local development.

 

Tags: rete, sussidiarietà, territorio, capitale sociale, governance.

Tags: network, subsidiarity, territory, share capital,  governance.

L’inclusività attraverso la rete: articolazioni e funzioni

April 07, 2017

di  Rosanna Rizzo

Abstract: La rete di scuole vista come strumento reale per l’effettiva realizzazione della dimensione inclusiva della scuola italiana. Nell’articolo la rete per l’inclusività viene analizzata attraverso tutte le sue componenti che contribuiscono a formare un unico grande organismo cooperante, dalle sue articolazioni a livello di singola scuola fino ai gruppi di lavoro istituiti a livello superiore. Di ognuno sono analizzati attività, funzioni e struttura.

 

Abstract: School network as a real tool to realize the inclusive dimension of Italian School. In the article below, the network for inclusiveness is analyzed through all its components, that help creating a single cooperating agency, from single school up to upper level Work Groups, whose activities, functions and structure are explained in the text.

 

 

Tags: reti di scuole, inclusione, gruppi di lavoro, handicap, bes.

 

Tags: school networks, inclusion, work groups, handicap, Special Educational Needs.

Please reload